Seleziona una pagina

“Un aiuto fondamentale che possiamo dare a noi stessi consiste nel liberarci da ogni paura. In realtà la paura non ha alcun posto nel regno degli uomini, poichè la Divinità che è dentro di noi, che anzi siamo noi stessi, è invincibile e immortale.”

In epoche piene di materialismo, la paura cresce naturalmente insieme alla mancanza di beni materiali, dove lo strumento che misura la felicità è dato più dal possesso, dall’avere rispetto all’essere. Questa forma mentis è bloccante per qualsiasi percorso di consapevolezza, per una realizzazione più elevata, il ricongiungimento con il nostro Sè superiore. La paura è molto comune e si presenta in varie forme; secondo il dr.Bach esistono cinque tipi di paura, ognuna identificabile secondo il suo metodo terapeutico con un rimedio floreale in grado di riequilibrare quell’emozione ed innalzarne la virtù positiva. Bach si rendeva conto che la paura era qualcosa che rendeva fragile l’individuo, la chiamò la porta principale della malattia. La paura impoverisce, ci toglie la libertà, è un limite.

Paura, la porta principale della malattia

Se andiamo un pò indietro nel tempo e pensiamo al Sistema Medico Tradizionale Cinese, dove a ogni organo corrisponde anche una specifica emozione, la paura è collegata al Rene. I reni accumulano il jing del Cielo Anteriore e del Cielo Posteriore. Il jing del Cielo Anteriore è quello che oggi definiremo corredo genetico, che determina la costituzione di base, la forza e la vitalità dell’individuo, è anche espressione di fertilità e base della vita sessuale. I reni sono il fondamento di tutte le energie yin e yang del corpo, appartengono all’ Acqua, ma sono anche la sorgente del Fuoco nel corpo, attivo dal momento del concepimento. Si potrebbe dunque anche correlare per certi versi la paura a una blocco dell’espressione della propria integrità sessuale, non ci sentiamo probabilmente sicuri di esprimerci liberamente con il nostro partner, ciò potrebbe contribuire da un punto di vista psico-emozionale a portare la persona in causa ad un problema di infertilità e dei possibili disturbi ginecologici. Quando siamo invasi dalla paura, questa emozione che ci limita, colpirà dunque l’organo di corrispondenza Rene, generando uno squilibrio a livello energetico. Le nostre corticosurrenali, forza motrice yang del Rene, sono rappresentate dagli ormoni corticosteroidei C-19 e C-21, che producendo cortisolo hanno tra i vari compiti quello di aumentare la resistenza agli stressor di qualsiasi tipo e natura. Un’emozione come la paura è una minaccia, è vissuta come uno stress rilevante dai nostri sistemi biologici e se prolungata nel tempo può creare infiammazione, generare un abbassamento delle difese immunitarie e importanti scompensi funzionali fisiologici che portano l’organismo in fase finale di esaurimento, dove non tarderà a manifestarsi la malattia da un punto di vista fisico.

              I 5 Elementi in MTC

 

Tornando a Bach e alla sua Floriterapia, conosciamo adesso brevemente i rimedi floreali che appartengono al Giardino della Paura:

  • ROCK ROSE è una personalità con una paura così grande che arriva ad essere percepita come panico e terrore. Questa situazione di pericolo in genere si presenta come una grande emergenza, collegata ad una crisi e che si può manifestare come shock o attacco di panico. E’ una fase acuta che fortunatamente tende a durare poco, il rimedio infatti è di breve durata, ma è comunque un evento molto brusco e traumatico da non sottovalutare. Rock Rose è il rimedio per i casi in cui non sembra affatto esserci speranza. Il fiore giallo brillante di questa pianta, che cresce sui pendii dove spesso la terra è pietrosa e rocciosa, dunque non delle semplici condizioni di vita per la pianta, è in grado di innalzare la virtù positiva dell’eroismo.

  • MIMULUS è il rimedio per quel tipo di paure conosciute, quali la morte, la malattia, il buio, la povertà ecc. Sono persone generalmente molto timide e riservate, che soffrono in silenzio dei loro problemi e non ne parlano molto volentieri agli altri, si trovano a disagio tra la gente e provano imbarazzo. Anche l’habitat del mimolo giallo è tutto un programma, è abbastanza precario; cresce sulle sponde dei ruscelli, degli stagni e dei corsi d’acqua in genere, sembra una pianta che sia sempre sul punto di essere sradicata e trascinata via dalla corrente, ma le sue radici sono ben infisse nel terreno. Da questa segnatura si capisce una certa precarietà in Mimulus, ma anche di tenacia data dal resistere al pericolo della corrente. Questo rimedio floreale è in grado di innalzare in noi la virtù positiva del coraggio.

  • ASPEN è il fiore per coloro che sono assaliti da improvvise paure e preoccupazioni senza una ragione specifica, uno stato d’ansietà per qualcosa che non conosciamo. Queste paure imprecisate ed inspiegabili possono presentarsi ed ossessionare la persona sia di giorno che di notte, magari dopo un brutto sogno anche se dimenticato. Chi ne soffre ha spesso timore di raccontare la propria pena agli altri. Aspen, è il fiore del Popolus tremula, che ha come segno di riconoscimento, come indicato del resto dall’epiteto del suo nome, le foglie larghe e frastagliate che tremano, producono un fruscio continuo con la minima brezza, quasi a simboleggiare uno stato continuo di allerta, data da una paura misteriosa, inconscia. Nell’antichità i pioppi erano legati al rapporto tra la vita e la morte, spiegando una sorta di senso di passaggio. Aspen è il rimedio che conserva assolutamente questo contatto con l’invisibile, il fiore è in grado di innalzare la virtù positiva della fede, della fiducia.

  • CHERRY PLUM è indicato invece per quel tipo di paure di chi ha la mente sovraffaticata e teme di perdere il controllo e di fare delle cose spaventose e terribili che non desidera compiere sapendo che sono sbagliate; nonostante ciò, tuttavia, ritorna il pensiero su di esse e si prova l’impulso di farle. Vive sul filo, ha paura di impazzire, la mente sta cedendo e ha paura di far del male a se stesso e agli altri. Cherry Plum è il fiore del Prunus cerasifera, albero conosciuto con il nome di Mirabolano, dai delicati fiori bianchi che annunciano la primavera, incominciando a fiorire con il freddo perchè non si è del tutto ancora fuori dal grigiore dell’inverno. Il colore bianco porta con sè la vibrazione della pace, nel rimedio floreale è concentrato un messaggio di luce; Cherry Plum innalza la virtù positiva della padronanza.

  • RED CHESTNUT aiuta coloro che hanno preoccupazioni e paure per gli altri, che gli possa succedere sempre qualcosa di brutto, sono portati a vedere solo cose negative, temono sempre il peggio. Sono persone che in genere non si preoccupano di se stesse, ma possono soffrire molto per coloro a cui voglio bene. Osservando i suoi fiori di una tonalità di colore rosa-rossastra si ha un’impressione sia di amorevolezza e di apertura verso gli altri (rosa), che di forza ed aggressività (rosso), che tenderà a trasmettere alla fine un’eccessiva preoccupazione. Red Chestnut è il rimedio floreale che innalza la virtù della positività.

Abbiamo scoperto e descritto le varie tipologie di paura secondo il metodo terapeutico del Dr.Bach; qualsiasi sia la sua natura o forma di manifestazione, questa emozione rappresenterà sempre un grosso limite per la tua realizzazione e per il ricongiungimento con il Sè superiore, perciò impara ad aprirti alla fluidità della vita e alla sua bellezza.

A.F.